Sostieni Skylive!

Sostieni il progetto Skylive

 SKYLIVE COMMUNITY!

Username


Password


Accedi 


Visitatori on line

Accadde Oggi - Questa pagina

10 Luglio 1910 muore l'astronomo tedesco Johann Galle

il primo (con D'Arrest) a identificare il pianeta Nettuno...

Nettuno fu osservato per la prima volta il 23 settembre del 1846 da J. G. Galle e L. d'Arrest. La sua posizione era stata prevista sia dall'astronomo inglese Adams che dal francese Le Verrier, che la calcolarono indipendentemente l'uno dall'altro studiando l'orbita di Urano ed in base alle rispettive posizioni di Giove, Saturno e dello stesso Urano.Gli astronomi avevano notato che l'ultimo pianeta allora conosciuto, Urano, non seguiva rigorosamente le leggi della meccanica celeste di Newton; anche le notevoli perturbazioni della sua orbita prodotte dai due pianeti giganti, Giove e Saturno, non potevano spiegare del tutto queste anomalie. Era stata perciò ipotizzata la presenza di un altro pianeta oltre l'orbita di Urano.Nettuno è l'ottavo pianeta del Sistema Solare per distanza, mentre è il quarto per diametro.Nella foto:bellissimo primo piano di Nettuno, ripreso dalla sonda spaziale Voyager 2 della NASA, poco prima del 25 agosto 1989. Si nota che il pianeta ha il caratteristico colore azzurro, dovuto alla composizione chimica dell'atmosfera, e che presenta varie macchie, tutte sede di intensa circolazione ciclonica. Le strie chiare secondo i paralleli sono sistemi di nubi. Molte di queste strutture sono durate temporalmente vari mesi. La Grande Macchia Oscura (visibile all'equatore) ruota in circa 18 ore, mentre l'altra macchia scura a grande latitudine meridiale ruota in circa 16 ore. La rotazione dell'atmosfera è differenziale, come in tutti i giganti gassosi e sul Sole. Nettuno possiede otto satelliti naturali, quattro dei quali orbitano entro il sistema di anelli; dovrebbero avere una funzione analoga a quella dei "satelliti pastore" di Saturno. Il satellite più grande è Tritone.