Sostieni Skylive!

Sostieni il progetto Skylive

 SKYLIVE COMMUNITY!

Username


Password


Accedi 


Visitatori on line

Accadde Oggi - Questa pagina

28 Dicembre 1929 Nasce Maarten Schmidt astronomo olandese.

ha conseguito la medaglia James Craig Watson per i suoi contributi in astronomia...

Ha studiato con Jan Hendrik Oort. Ha svolto il suo dottorato all'Osservatorio di Leiden nel 1956. Nel 1959 emigra negli Stati Uniti e lavora al California Institute of Technology. Ha anche lavorato presso gli osservatori di Monte Wilson e Monte Palomar, ed è famoso per le sue ricerche sulla velocità di rotazione della nostra Galassia.In senso generale, la velocità assoluta di un oggetto attraverso lo Spazio non è una questione significante secondo la teoria della Relatività ristretta di Einstein, secondo la quale non esiste un sistema di riferimento inerziale nello spazio con cui comparare la velocità della Via Lattea (il movimento infatti deve essere in questo caso necessariamente specificato in rapporto ad un altro oggetto).

Gli astronomi credono che la Via Lattea si muova a circa 600 km/s rispetto al riferimento dato dalle galassie circostanti; se ciò fosse corretto, la Terra compirebbe uno spostamento nello Spazio di 51,84 milioni di km al giorno, o più di 18,9 miliardi di km all'anno, circa 4,5 volte la distanza minima da Plutone. La nostra Galassia si starebbe muovendo in un punto di Spazio visibile nella costellazione dell'Idra, e potrebbe col tempo diventare un membro dell'Ammasso della Vergine.

Un altro punto di riferimento è dato dalla radiazione cosmica di fondo (CMB); la Via Lattea sembra muoversi a circa 552 km/s rispetto ai fotoni della CMB. Questo movimento è osservato da satelliti come il COBE e il WMAP, che fungono da bilanciamento bipolare alla CMB, poiché i fotoni in sintonia con la radiazione di fondo mostrano uno spostamento verso il blu in direzione del movimento e uno spostamento verso il rosso nella direzione opposta.Famoso anche per le sue ricerche sull'origine dello spostamento verso il rosso delle linee spettrali, che lo hanno portato nel 1963 alla scoperta delle radiosorgenti quasi stellari (quasar).

by Regolo