Sostieni Skylive!

Sostieni il progetto Skylive

 SKYLIVE COMMUNITY!

Username


Password


Accedi 


Visitatori on line

Accadde Oggi - Questa pagina

16 Aprile 1972 viene lanciata la missione Apollo 16

che il 21 aprile atterrò sulla Luna, nella zona del cratere Descartes...

Tre giorni dopo il lancio, il sistema di navigazione computerizzato smise di funzionare correttamente. La determinazione del posizionamento dovette dunque essere eseguita senza l'ausilio di strumenti altamente sofisticati o tecnici, bensì utilizzando un classico e semplicissimo sestante. Inoltre, poco dopo che il modulo lunare "Orion" si era staccato dal modulo di comando "Casper" dovette essere registrato un malfunzionamento del sistema di propulsione principale del CSM (modulo di comando-servizio), tanto che dovette essere preso in considerazione l'annullamento dell'allunaggio. Il centro di controllo comunque fu in grado di simulare tale scenario e scoprì che la deviazione dalla traiettoria prevista per l'orbita lunare era rimasta nell'ambito del controllabile; pertanto la missione poteva continuare come da programma.La meta della missione fu la regione dell'altopiano Descartes, che venne raggiunta il 21 aprile alle 02:23:35 UTC, cioè con oltre cinque ore di ritardo sul piano di volo. L'atterraggio sulla superficie lunare per la prima volta non poté essere trasmesso in diretta televisiva, dato che la stazione trasmittente del modulo lunare si era guastata. Solo dopo che fu montato il trasmettitore del rover lunare, si poté iniziare a trasmettere le prime immagini dei lavori sulla Luna eseguiti durante questa missione. Si pensava che fosse una regione vulcanica, ma questo fu escluso dalle scoperte degli astronauti. Per la prima volta vennero inoltre scattate delle immagini astronomiche mediante una camera a raggi UV (spettrografo).Vennero eseguite tre EVA di durata prolungata.

  • La prima fu caratterizzata dall'installazione degli esperimenti di carattere scientifico, come sempre effettuata entro un breve raggio dal posto di allunaggio. Venne comunque eseguito il primo breve viaggio con il rover lunare, per la precisione verso i crateri Flag e Ray. L'EVA durò 7 ore e 11 minuti. La distanza percorsa misurò comunque 4,2 chilometri.
  • La seconda EVA portò verso i crateri Cinco, Stubby e Wreck. Durante questa escursione venne utilizzato un nuovissimo trapano, in grado di estrarre una prova del suolo lunare da una profondità di tre metri. L'attività extraveicolare durò 7 ore e 23 minuti, cioè poco più della prima. La distanza percorsa invece misurò 11 chilometri.
  • La terza attività extraveicolare, che portò l'equipaggio verso il cratere North Ray, durò solo 5 ore e 40 minuti. Anche in questo caso venne percorsa una distanza di 11,4 chilometri.

Durante la fase di rientro nell'atmosfera terrestre, gli astronauti dovettero sopportare una decelerazione che raggiunse 7,19 g, il valore massimo raggiunto e misurato durante tutte le missioni del programma Apollo. Il 27 aprile 1972 alle ore 19:45, l'Apollo 16 ammarò nelle acque dell'Oceano Pacifico. L'equipaggio venne recuperato dalla portaerei USS Ticonderoga. In totale verrero raccolti 95,8 kg di rocce lunari.

by Regolo