Sostieni Skylive!

Sostieni il progetto Skylive

 SKYLIVE COMMUNITY!

Username


Password


Accedi 


Visitatori on line

Accadde Oggi - Questa pagina

16 Marzo 2880 Data prevista del punto di minima distanza dalla Terra del corpo celeste (29075) 1950 DA

che potrebbe colpire il pianeta....

(29075) 1950 DA è un asteroide NEAR della famiglia Apollo. È famoso per essere tra gli asteroidi quello con il valore più alto,  di probabilità di impatto con la Terra. Per pochi giorni nel dicembre 2004 venne temporaneamente superato da 99942 Apophis (all'epoca chiamato con la sigla provvisoria 2004 MN4).La prima osservazione di 1950 DA avvenne il 22 febbraio 1950 ad opera di Carl Alvar Wirtanen all'osservatorio Lick. Venne seguito per 17 giorni e poi se ne persero le tracce.

Il 31 dicembre 2000 venne individuato un oggetto cui fu assegnato il nome provvisorio 2000 YK66. Lo studio dell'orbita con il metodo della precovery (descrive il processo atto a ritrovare in vecchie fotografie d'archivio le immagini  di corpi celesti che si muovono, come i pianeti nani, le comete e gli asteroidi, allo scopo di calcolarne l'orbita in modo più accurato) permise di associare questo ritrovamento a 1950 DA e di determinare con elevata precisione i parametri orbitali così da poter ricevere un numero di classificazione e assumere la denominazione attuale.Le dimensioni sono state stimate essere poco superiori al chilometro, il periodo di rotazione in poco più di due ore. La breve durata della rotazione e l'elevata albedo radar fa ritenere che 1950 DA sia molto denso, più di 3 g/cm³).L'orbita di 1950 DA lo porterà ad un incontro molto ravvicinato con la Terra il 16 marzo 2880, tanto che esso da solo assomma al 50% delle possibilità di impatto di tutti gli altri corpi da oggi ad allora.Le osservazioni radar non hanno permesso di chiarire il contributo dell'effetto Yarkovsky sulla sua orbita. ( Indica una variazione da lungo tempo ipotizzata, indotta dalla radiazione solare sull'orbita degli asteroidi; tale spinta è misurabile col radar) I dati osservativi indicano due possibili direzioni polari; in un caso l'asteroide transiterebbe a qualche milione di chilometri, mentre nell'altro si avrebbe una probabilità di impatto dello 0,33%.

L'energia che sarebbe rilasciata nell'impatto con un oggetto delle dimensioni di 1950 DA determinerebbe significativi cambiamenti nel clima e nella biosfera costituendo una minaccia per la civiltà poiché sarebbe l'equivalente della forza combinata di un milione di bombe atomiche, ovvero l'energia necessaria per radere al suolo in pochi secondi un'area delle dimensioni della Francia e generare un cratere ampio 40 chilometri e profondo 3000 metri.

by Regolo