Sostieni Skylive!

Sostieni il progetto Skylive

 SKYLIVE COMMUNITY!

Username


Password


Accedi 


Visitatori on line

Accadde Oggi - Questa pagina

10 Agosto 1990 La Sonda spaziale Magellano raggiunge Venere.

Fu la prima di tre sonde dirette verso altri pianeti ad essere lanciata dallo Space Shuttle .....

l'Atlantis partì dal Kennedy Space Center in Florida per la missione STS-30 e portò la Magellano in un'orbita bassa, dove venne rilasciata dalla stiva di carico. Si accese quindi un motore a carburante solido chiamato Inertial Upper Stage (IUS), facendo iniziare alla Magellano un viaggio di 15 mesi, nel corso del quale ruotò attorno al Sole 1 volta e mezza prima di immettersi nella sua orbita attorno a Venere il 10 agosto 1990. Nel 1994 essa si immerse nella superficie come previsto e si vaporizzò parzialmente; si pensa che alcune sezioni raggiunsero la superficie del pianeta.Studi sulle immagini ad alta risoluzione della Magellano forniscono una migliore comprensione della geologia venusiana e il ruolo di impatti, vulcanismo e della tettonica nella formazione delle strutture superficiali. La superficie di Venere è per la maggior parte ricoperta da materiali vulcanici. Le formazioni vulcaniche superficiali, come vaste pianure di lava, piccole collinette di lava e grandi vulcani a scudo sono comuni. La presenza di pochi crateri da impatto suggeriscono che la sua superficie è, in generale, geologicamente giovane (meno di 800 milioni di anni d'età). La presenza di canali di lava più lunghi di 6000 suggerisce che probabilmente vennero eruttate grande quantità di lava di viscosità estremamente bassa.

I tipici segni della presenza di placche tettoniche come quelle terrestri - spostamenti di continenti e grandi bacini oceanici - non sono in evidenza su Venere. La tettonica del pianeta è dominata da un sistema di zone con spaccature globali e numerose broad, basse strutture a collinetta chiamate coronae, prodotte attraverso la risalita del magma dal mantello e la sua ridiscesa.

Anche se Venere ha una densa atmosfera, la superficie non rivela una sostanziale erosione da parte del vento; ciò prova che il trasporto della polvere e della sabbia è limitato, al contrario di Marte, dove c'è una tenue atmosfera ma una consistente erosione da parte del vento e un trasporto di polvere e sabbia.

by Regolo