Sostieni Skylive!

Sostieni il progetto Skylive

 SKYLIVE COMMUNITY!

Username


Password


Accedi 


Visitatori on line

Accadde Oggi - Questa pagina

3 Giugno 1966 L'astronauta americano Eugene Cernan effettua il suo primo lancio nell'ambito della missione Gemini 9

cui partecipa anche Thomas Stafford...

Cernan fece parte della NASA a partire dal 1963. La sua prima missione nello spazio è stata quella realizzata con Gemini 9 il 3 giugno 1966. In tale occasione Cernan fu il terzo uomo, dopo Aleksej Archipovic Leonov e Edward H. White ad effettuare un EVA. Cernan e Thomas Stafford ebbero assegnato questa missione quali piloti sostituti dato che i membri dell'equipaggio originale, composto da Charles Bassett e Elliott See, erano deceduti precipitando con il loro caccia durante un'esercitazione.

La sua seconda missione fu il volo su Apollo 10, di nuovo assieme a Thomas P. Stafford e John W. Young. Era la missione preparatoria per lo sbarco sulla Luna. Il LM Snoopy, con Cernan e Stafford a bordo, si avvicinò alla superficie della Luna fino a 15.243 m.

Durante la sua terza missione spaziale (Apollo 17), Eugene Cernan fu l' 11° uomo a mettere il piede sulla Luna. Cernan è comunque al momento l'ultimo uomo a lasciare la Luna, dato che il suo compagno di missione Harrison H. Schmitt (12º e ultimo uomo a mettere il piede sulla Luna) rientrò nel LM Challenger poco prima di lui. Erano le 05:40 UT del 14 dicembre 1972.

Cernan è una delle uniche tre persone ad aver viaggiato due volte dalla Terra alla Luna (le altre due sono Jim Lovell e John Young), uno dei soli 12 uomini che hanno camminato sulla Luna e l'unico uomo ad aver effettuato due volte la discesa verso la Luna a bordo di un LEM (Apollo 10 e Apollo 17). Inoltre, come membro dell'Apollo 10, condivide il record di velocità per mezzi pilotati di 39.897 km/h (11,08 km/sec) durante il ritorno dalla luna il 26 Maggio 1969.

Lasciata la NASA Cernan divenne vicepresidente del "Carol Petroleum" a Houston, Texas. Nel 1981 fondò una sua ditta di consulenza per i voli nello spazio.

by Regolo